Bullismo e diritti umani

Il museo ebraico di Venezia da anni, attraverso la didattica e la didattica della shoah, affina il lavoro di progettazione perché possa lasciare un segno, nel suo piccolo, nell’educazione ai diritti umani.

Per questo siamo molto fieri di aver voluto, sostenuto e partecipato all’ideazione del corso di aggiornamento dedicato al Bullisimo e ai diritti umani promosso da Amnesty International e CoopCulture, in cui troveranno anche un loro spazio la l’antisemitismo e la didattica museale.

Il corso si rivolge ai docenti di scuola primaria e secondaria di primo grado per un un percorso di formazione gratuito su Bullismo e diritti umani.

Il corso verrà ripetuto in tre città diverse per dar modo a docenti di ogni parte della penisola di partecipare scegliendo la sede a sè più vicina: Padova, Firenze e Napoli ed è strutturato in 4 moduli e per un totale di 20 ore complessive, gode dell’accreditamento MIUR per la formazione dei docenti, è infatti presente anche sulla piattaforma SOFIA.

Background
Secondo una recente ricerca di Amnesty International, in Italia, il 15% degli studenti di età compresa tra 12 e 18 anni ha sperimentato diverse forme di bullismo, mentre il 10,4% ha riferito di subire ripetuti atti di esclusione da parte di propri pari.
Una persona che è stata vittima di bullismo durante l’infanzia o l’adolescenza, da adulta può presentare gravi problemi come: rifiuto scolastico, riduzione dell’autostima, attacchi d’ansia, depressione, disturbi del sonno, isolamento, paura di uscire di casa e somatizzazioni dovute alla condizione di stress.
Amnesty International considera il bullismo una violazione dei diritti umani poiché lede la dignità di chi lo subisce ed è contrario a principi fondamentali quali l’inclusione, la partecipazione e la non discriminazione.
 Obiettivi
Il corso di formazione, organizzato insieme a CoopCulture, mira a fornire ai/alle docenti strumenti di analisi e strumenti operativi per riconoscere, prevenire e combattere l’odio, il bullismo e la discriminazione online e offline.
L’incitamento all’odio in quanto tale non è un problema nuovo nel dibattito sui diritti umani, ma l’impatto della sua dimensione nelle scuole – anche includendo il fenomeno del cyberbullismo – dà molti motivi di preoccupazione ed è attualmente al centro del dibattito pubblico.
La formazione vuole rispondere al bisogno degli/delle insegnanti di trovare delle idee per affrontare questo fenomeno con i propri studenti, attraverso l’educazione ai media, l’approccio interculturale e il coinvolgimento attivo dei ragazzi e delle ragazze.
Il percorso formativo fornirà strumenti per riconoscere, prevenire e combattere l’odio, il bullismo e la discriminazione online e offline.

  • Programma del corso

MODULO 1 (4 ORE)
Benvenuto e introduzione al tema
Michela Zanon, CoopCulture

I discorsi d’odio, i giovani e una proposta di approccio pedagogico
Claudio Nicosia, Amnesty International Italia

MODULO 2 (4 ORE)
Come lavorare in classe contro il bullismo e i discorsi d’odio, presentazione dei materiali e laboratorio
Claudio Nicosia, Amnesty International Italia

MODULO 3 (8 ORE)
febbraio, marzo, aprile 2020
Sperimentazioni in classe e feedback

MODULO 4 (4 ORE)
Scambio di buone pratiche e valutazione partecipativa
Roberta Favia, CoopCulture

CONCLUSIONE
Francesca Cesarotti, Amnesty International Italia

  • Sedi e date

Museo della Padova ebraica – via delle Piazze, 26 – Padova
Sede CoopCulture – corso del popolo, 40 – Mestre (VE)

13 febbraio 2020, dalle ore 9.00 alle 18.00
26 marzo 2020, dalle ore 14.00 alle 18.00

Sala Servi – Museo ebraico di Firenze – Via Luigi Carlo Farini, 4 – Firenze
20 febbraio 2020, dalle ore 9.00 alle 18.00
2 aprile 2020, dalle ore 14.00 alle 18.00

Museo Archeologico di Napoli – Piazza Museo, 19 – Napoli
27 febbraio 2020, dalle ore 9.00 alle 18.00
16 aprile 2020, dalle ore 14.00 alle 18.00